Bonificato il Viadotto della Magliana: rimossi 40 metri cubi di rifiuti

In due giorni sono state rimosse dal Viadotto della Magliana tonnellate di rifiuti e, contestualmente, è stato smantellato un insediamento abusivo che, al momento delle operazioni, non era abitato. Nel primo giorno si è svolta l’operazione di bonifica nell’area sottostante il Viadotto, dove la Polizia Locale insieme ad Ama ha rimosso vegetazione e alcune baracche che erano sorte nonostante l’applicazione precedente di alcune barriere metalliche atte ad impedire la formazione di tali insediamenti abusivi. Inoltre, nel sottovia, continuano a formarsi discariche come quella che è stata rimossa lunedì 6 maggio. Nell’occasione sono stati smaltiti circa 40 metri cubi di rifiuti, elettrodomestici e materassi. La mattina del 7 maggio si sono recati sul posto anche gli agenti del commissariato San Paolo, della polizia di Stato. A seguito di numerose segnalazioni ricevute dai cittadini residenti nelle zone limitrofe, è stato smantellato un accampamento formato da 20 casette in legno e altri materiali nascosti nella vegetazione. 
Manifesta soddisfazione il Presidente della Commissione Ambiente del Movimento 5 stelle Daniele Diacono: “Non si ferma il nostro impegno a favore dell’ambiente capitolino; lavoriamo per una città sempre più salubre e degna del suo nome”. 

Di Leonardo Toti

Leonardo Toti

Giornalista e imprenditore del digitale. Studioso di digital economy, web e finanza, appassionato di politica, si diletta scrivendo, viaggiando e facendo tanto ma tanto sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *