Papa Francesco corre in aiuto ad un gruppo di transgender di Torvaianica

Papa Francesco corre in aiuto ad un gruppo di transgender di Torvaianica

CITTÀ DEL VATICANO – Fra’ Giacomo Dalla Torre, che guidò i Cavalieri di Malta dopo un periodo tumultuoso di tensioni interne e rapporti rocciosi con il Vaticano, è morto all’età di 75 anni.

Dalla Torre, gran cavaliere dell’ordine, è morto a Roma il 29 aprile dopo aver combattuto contro “una malattia incurabile diagnosticata pochi mesi fa”, affermano i Cavalieri di Malta con un comunicato.

Era “un uomo di grande spiritualità e calore umano”, l’ordine ricorda con onore i suoi anni di aiuti verso i più vulnerabili della città, tra cui il servizio pasti ai poveri che dormono fuori dalle stazioni ferroviarie di Roma Termini e Tiburtina.

“Una spiccata umanità e una profonda dedizione alle opere di carità hanno sempre ispirato l’ottantesimo Gran Maestro del Sovrano Ordine di Malta, che sarà ricordato, da tutti coloro che lo hanno conosciuto, per le sue qualità umane e il suo modo cordiale e affettuoso”, hanno detto i Cavalieri di Malta.

Dalla Torre è nato a Roma il 9 dicembre 1944 e ha studiato archeologia cristiana e storia dell’arte all’Università di Roma. Ha insegnato greco classico alla Pontificia Università Urbaniana di Roma ed è stato bibliotecario e archivista capo dell’università.

Era membro dei Cavalieri di Malta dal 1985 e ha emesso la professione solenne dei voti nel 1993.

All’inizio del 2017, Fra’ Matthew Festing si dimise da gran maestro dell’ordine per volere di Papa Francesco, che aveva istituito una commissione per indagare sulla sua rimozione del gran cancelliere dell’ordine, Albrecht Freiherr von Boeselager.

Sebbene von Boeselager sia stato reintegrato come gran cancelliere, il suo licenziamento e l’intervento del papa hanno attirato l’attenzione dell’opinione pubblica sulle controversie all’interno dell’ordine, noto soprattutto per i suoi programmi in tutto il mondo di fornitura di assistenza medica ai poveri, aiuti umanitari in seguito a disastri e assistenza a migranti e rifugiati.

Citando la loro costituzione, l’ordine ha detto che Fra’ Ruy Gonzalo do Valle, ha assunto il ruolo di capo ad interim “fino all’elezione del nuovo gran maestro”.

“La morte di Fra’ Giacomo Dalla Torre lascia in tutti noi un vuoto difficile da colmare”, ha detto Gonzalo do Valle. Era un uomo buono e spirituale”. Come capo del Sovrano Ordine di Malta, ha dimostrato grandi capacità diplomatiche e un carisma incomparabile. E’ stato e rimarrà un’ispirazione per molti membri e volontari”.

Leonardo Toti

Giornalista e imprenditore del digitale. Studioso di digital economy, web e finanza, appassionato di politica, si diletta scrivendo, viaggiando e facendo tanto ma tanto sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *