Atac, sospeso dipendente che ha dato un calcio a un uomo che ha tentato d’introdursi nel gabbiotto della fermata della Metro B di Ponte Mammolo

La sera di sabato 1 agosto, intorno alle 20:30, si è verificato un fatto spiacevole alla fermata della metro B di Ponte Mammolo: un uomo in stato confusionale ha creato il caos, provando a entrare con la forza nel gabbiotto. Un dipendente Atac si è dunque diretto verso l’individuo, intimandolo a smettere, poi ha reagito con veemenza, sferrandogli un calcio in pieno petto (il tutto davanti alle persone ferme in attesa dei treni).

Il fatto non è passato inosservato: un video che ritrae la vicenda è stato postato sulla pagina Instagram “Welcome to Favelas”, e da lì ha fatto il giro del web. La municipalizzata romana dei trasporti, a seguito della testimonianza video, ha deciso di sospendere il suddetto impiegato, il cui atto, spiega in una nota: “a prescindere dalla dinamica che verrà accertata, l’azienda giudica di assoluta gravità”. Il lavoratore si è giustificato dicendo che l’uomo con cui ha avuto la colluttazione aveva sfondato un’anta delle porte d’accesso ai disabili della stazione, e alcune foto mostrano effettivamente il suddetto ingresso in frantumi.

Un episodio che non solo potrebbe rivelarsi di vitale importanza per l’etica di lavoro dei dipendenti Atac, ma anche per la sicurezza delle varie fermate della metropolitana, in attesa che la dinamica dell’incidente venga chiarita.

Di Simone Pacifici

Simone Pacifici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *