Coronavirus: Tutta Italia in Lockdown

L’Italia estende la zona di quarantena a tutto il territorio nazionale.

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato che l’intero Paese sarà messo in quarantena, con l’adozione delle misure di emergenza volte ad arrestare la diffusione dell’epidemia di Coronavirus in Italia.

Le misure straordinarie del governo, annunciate a Palazzo Chigi il 9 marzo, vengono inserite in un contesto che vede l’aggravarsi della crisi di Coronavirus.

Conte ha detto che le nuove e più severe misure, che riguardano l’intero Paese, saranno firmate stasera ed entreranno in vigore domani mattina, 10 marzo.

“Stiamo assistendo a un significativo aumento del numero di persone in terapia intensiva e purtroppo di decessi” – ha detto Conte – “Le nostre abitudini devono cambiare ora: dobbiamo rinunciare a qualcosa per il bene dell’Italia”.

Il premier ha chiesto la collaborazione di tutti gli italiani restando a casa ed evitando tutti i viaggi non indispensabili.

Conte ha detto che la salute pubblica ha la precedenza su tutto il resto e ha chiesto di mostrare maggiore responsabilità a nome di tutti gli italiani.

Le scuole e le università del Paese rimarranno chiuse fino al 3 aprile.

L’ultimo decreto è la misura anti-Coronavirus più radicale di tutto il mondo al di fuori della Cina.

Tutto questo è stato disposto in seguito al blocco di gran parte del nord Italia, compresa la regione Lombardia e le città di Milano e Venezia, avvenuto lo scorso fine settimana.

Il 7 marzo, poche ore prima dell’entrata in vigore dell’ordinanza di chiusura delle aree settentrionali, i media italiani hanno pubblicato una bozza del decreto, diffondendo il panico e provocando l’esodo di centinaia di persone dirette a sud da Milano.

L’epidemia di Coronavirus in Italia ha registrato 7.985 infezioni e 463 decessi, secondo gli ultimi dati diffusi il 9 marzo.

Leonardo Toti

Giornalista e imprenditore del digitale. Studioso di digital economy, web e finanza, appassionato di politica, si diletta scrivendo, viaggiando e facendo tanto ma tanto sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *